x

La Maratona di València cerca di piazzarsi tra le dieci migliori maratone al mondo

6 Novembre, 2018

Più di 100 atleti nazionali e internazionali si daranno appuntamento per correre per le strade di Valencia Ciudad del Running il prossimo 2 dicembre, alla ricerca di un nuovo record della prova sia nella categoria maschile (2h 05:15) che in quella femminile (2h 24:48). Per la migliore maratona di Spagna, secondo la RFEA, la sfida continua. L’obiettivo è di piazzarsi tra le dieci maratone con i migliori record storici del mondo come evento ed essere anche tra i dieci migliori singoli tempi del 2018.

Elite Maraton Valencia 2018

Nel quadro maschile, spicca la presenza dell’atleta keniano Sammy Kitwara, che la scorsa edizione ha battuto il record della prova con un tempo di 2h 05:15, un primato davvero storico in una maratona nel nostro paese. Al suo fianco correranno atleti internazionali di rilevo come l’etiope Leule Gebrselassie, detentore di un primato di 2h 04:02 ottenuto a gennaio o il compatriota Jemal Yimer, che ritorna dopo aver sbalordito nella scorsa Mezza Maratona di València (58:33, record nazionale dell’Etiopia), dove si piazzò secondo, dietro il recordman mondiale Kiptum. Anche il keniano Nobert Kigen, con un tempo di 2h 05:13, promette spettacolo.

Nella categoria femminile, si fa notare la keniana Philomena Cheyech (2h 21:22), assieme all’atleta etiope Aberu Zennebe, vincitrice nel 2017, che ritorna a València con l’intenzione di superare l’attuale record della prova, detenuto da Valary Jameli Aiyabei, che ha fatto fermare il cronometro su 2h 24:48 nell’edizione del 2016. Zennebe si disputerà il primo posto con le compatriote Meseret Mengistu Biru (2h 25:58), Tinbit Gidey Weldegebriel (2h 26:48) e Hayimanot Alemayehu Shewe (2h 25:51). Non passerà inosservato il debutto di Meseret Tola o Buze Kejela, così come la presenza della veterana italiana Valeria Straneo.

Lotta nazionale per i migliori tempi

A livello nazionale, guidano il vivaio Iván Fernández (2h 12:55); Ricardo Rosado, esordiente in questa distanza, e Iraitz Arrospide (2h16:24), oltre al noto Marc Roig, che si allena giornalmente con l’elite keniana e stavolta a València cercherà di ottenere il miglior tempo in una maratona, mettendo da parte il suo lavoro di fisioterapista e lepre dei migliori atleti del mondo per lottare e aggiudicarsi un ottimo risultato nei 42.195 metri. Tra le donne, una menzione speciale spetta a Alicia Pérez, recordwoman nazionale dei 50 e 100K.

Personal Best

Oltre alla partecipazione degli atleti d’elite nazionali e internazionali, un altro evento degno di nota è la riattivazione da parte degli organizzatori della gara del cosiddetto Personal Best, un programma di superamento personale che premia quegli atleti e/o corridori che superano il loro miglior primato ottenendo un tempo compreso tra 2h10:00 e 2h 20:00 (uomini) o 2h 30:00 e 2h 45:00 (donne). In questa edizione, 60 corridori di 29 paesi si ritroveranno nel veloce tracciato della città del running alla ricerca dei loro migliori primati.

Una 10K di Bronzo con molta qualità

Inoltre, la 10K Valencia Trinidad Alfonso sfoggerà per la prima volta l’Etichetta Bronzo della IAAF con un altro importante elenco di atleti sulla linea di partenza.

Per quanto riguarda gli atleti spagnoli, tra gli uomini spiccano i nomi di Daniel Mateo o Juan Antonio ‘Chiki’ Pérez. Anche in campo femminile si contano atlete di esperienza come Marta Esteban, Alessandra Aguilar, Marta Galimany o Maitane Melero, classificatasi nona nei 10.000 dell’ultimo Campionato Europeo di Atletica Leggera di Berlino. A correre i 10K paralleli alla Maratona ci sarà anche l’atleta Isabel Macías.

Notizie correlate

Politica in materia di cookies
This site uses cookies for you to have the best user experience. If you continue to browse you are consenting to the acceptance of the aforementioned cookies and acceptance of our cookie policy, click the link for more information.